Torta di pesche ubriaca

Le pesche nel vino: una tradizione per mia madre durante i pranzi estivi a casa. Lei offriva sempre agli ospiti qualche spicchio di pesca sbucciata da “immergere” nel vino bianco a fine pasto. Era una sorta di rituale che accompagnava le chiacchiere con amici e parenti.

Un’usanza molto radicata anche in Ciociaria, la sua terra d’origine. E oggi questa consuetudine si rinnova nella Torta di pesche ubriaca, soffice e profumata, preparata con il Frascati Superiore Docg Riserva 2016″Epos” di Poggio Le Volpi e l’olio extravergine d’oliva fruttato di Fara Sabina.

La Torta di pesche ubriaca si prepara in pochi minuti: bisogna solo avere l’accortezza di tagliare finemente le pesche che andranno a decorare la superficie del dolce. Inoltre, per conferire un sapore più rustico alla mia torta, ho scelto un mix di farine non troppo raffinate, che, per comodità, possono essere sostituite dalla 00.

La Torta di pesche ubriaca si è aggiudicata il primo posto al concorso Dolce Bajocco organizzato dal Mercato Contadino Castelli Romani ad Albano Laziale in occasione del Bajocco Festival.

Ingredienti

2 pesche bio non molto mature (le mie sono dell’Az agr Bagaglini di Velletri)

100 gr di farina di tipo 1 macinata a pietra

180 gr di farina di tipo 0

3 uova bio

100 ml di vino bianco ( il mio è Frascati Superiore Docg Riserva “Epos” 2016, Poggio Le Volpi)

75 ml di olio extravergine d’oliva fruttato (il mio è dell’Az ag Lupi Lalla di Fara Sabina)

La buccia di 1 limone biologico di casa

180 gr di zucchero semolato

1 bustina di lievito biologico non vanigliato

2 cucchiai di zucchero di canna per la decorazione

Preparazione

Tagliare a dadini una pesca priva della buccia e lasciarla a “marinare” nel vino bianco per circa 30 minuti. Montare bene con uno sbattitore elettrico le uova con lo zucchero per almeno circa 5 minuti. Aggiungere a filo l’olio extravergine, la scorza grattugiata del limone, le farine setacciate con lo zucchero e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno per non smontare il composto. Mettere alla fine anche il vino e le pesche e girare piano dal basso verso l’alto. Utilizzare uno stampo tondo di 24 cm: sopra l’impasto aggiungere le fettine di pesca tagliate finemente con un pelapatate per creare la decorazione circolare. Completare con due cucchiai di zucchero di canna e infornare a 180°, forno statico e preriscaldato, per circa 50 minuti (fare sempre la prova stecchino al centro del dolce).

Recipe in English

Ingredients

2 organic peaches not very ripe

100 gr of flour (type 1) and 180 grams of flour (type 0)

3 organic eggs

100 ml of white wine

75 ml of fruity extra virgin olive oil

The peel of 1 organic lemon from home

180 gr of sugar

1 sachet of non-vanilla organic yeast

2 tablespoons of brown sugar for decoration

Procedure

Dice a peach without the peel and leave it to flavor in white wine for about 30 minutes. Whisk the eggs with the sugar for about 5 minutes with an electric mixer. Add extra virgin olive oil, grated lemon rind, sifted flours with sugar and mix gently with a wooden spoon so as not to disassemble the mixture. Put the wine and peaches at the end and turn slowly from bottom to top. Use a round mold of 24 cm: on top of the mixture add the finely cut peach slices with a peeler to create the circular decoration. Complete with two tablespoons of brown sugar and bake at 356F, static oven and preheated for about 50 minutes (always do the toothpick test in the center of the cake).

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...