Torta al cioccolato e marmellata di Nigella

1455530087260-001

Ore 18 di un sabato sera qualunque: “Pronto Flo, che mi fai una torta al volo per cena??”. A me questa situazione di panico totale capita praticamente ogni mese! E, per fortuna, non mi perdo in chiacchiere: in soli 5 minuti preparo l’impasto della Torta al cioccolato di Nigella Lawson, che rimane soffice e profumata perché nel composto si aggiunge un bel vasetto di marmellata.

Venerdì sera però, la torta l’ho realizzata con ingredienti speciali: al posto del cioccolato fondente, ho usato il cioccolato al latte piemontese, che mi aveva regalato la mia amica Liliana e, soprattutto, la mia marmellata di fragole e kiwi.

In più, ho glassato il dolce con il cioccolato al latte rimasto e l’ho decorato con confettini colorati, rendendolo perfetto per una birthday cake! La frutta l’avevo acquistata al Mercato contadino dei Castelli romani: le fragoline da Mario Lupi e i kiwi da Capodarco.

Allora, ricapitoliamo: 5 minuti di preparazione, una teglia da 22 cm tonda o di forma diversa e, a seconda del forno, 45-50 minuti di cottura, facendo sempre la prova stecchino, mi raccomando! Lo zucchero della torta è stato diminuito perché la marmellata conferisce alla torta la giusta dose di dolcezza.

Ingredienti

125 gr di burro
100 gr di ottimo cioccolato fondente o al latte
300 gr di marmellata (io solitamente uso quella di mirtilli o frutti di bosco, ma la ricetta originaria prevedeva quella di arance)
150 gr di farina 00
mezza bustina di lievito (8 gr)
110 gr di zucchero
2 uova bio
Un pizzico di sale

Per la copertura: 150 gr di cioccolato al latte o fondente

Procedimento:

Far sciogliere in un pentolino il burro, poi aggiungere, a fuoco spento, il cioccolato e mescolare fino a che non viene completamente assorbito. Farlo raffreddare e intanto, in una ciotola capiente, sbattere leggermente due uova, aggiungere la marmellata, il composto di burro e cioccolato, lo zucchero, la farina e il lievito setacciati e il pizzico di sale. Imburrare e infarinare la tortiera scelta: infornare a 180 gradi: la ricetta prevede un’ora di cottura, ma la mia si cuoce di solito dopo 45-50 minuti. Una volta raffreddata, fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e glassate la torta. Fate scendere a pioggia i confettini oppure utilizzate smarties o cioccolatini per decorare.

Recipe in English:

Ingredients:

125 g butter
100 grams of good dark chocolate or milk chocolate
300 grams of jam (I usually use one of blueberries or berries, but the original recipe calls to oranges)
150 grams of flour 00
half a bag of baking powder (8 gr)
110 grams of sugar
2 organic eggs
A pinch of salt

For the topping: 150 g of milk chocolate or dark chocolate

Procedure:
Melt the butter in a saucepan, then add, to fire off, the chocolate and stir until it is completely absorbed. Let it cool and in the meantime, in a large bowl, lightly beat two eggs, add jam, butter and chocolate mixture, sugar, sifted flour and baking powder and a pinch of salt. Grease and flour the cake pan choice: bake at 356 F: the recipe calls for one hour of cooking, but my cooks is usually after 45-50 minutes. Once cooled, melt the chocolate in a double boiler and iced the cake. Take off at the rain sprinkles or use smarties or chocolate to decorate.

 

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. chiara ha detto:

    Ricetta golosissima. Purtroppo mi di brucia sempre il fondo e non so come fare. Metto sempre la torta a meta del forno… Il mio è statico… Imposto 180 gradi x 40/45 min. Cosa posso fare??? Grazie in anticipo

    Mi piace

  2. Flottina in cucina ha detto:

    Ciao chiara! Intanto osserva se magari la torta è pronta anche prima dei 40 minuti, perchè si cuoce velocemente e appena è pronta solitamente si arricciano un po’ i bordi e quindi magari dovresti toglierla un peletto prima! Poi controlla se il forno è attendibile come temperatura: spesso i forni vecchi hanno sbalzi di temperatura: fuori segnala 180, ma dentro siamo a 200 (è successo a un mio amico!) A me invece è successo che ho preso un forno nuovo e mi bruciava le ciambelline al vino: ho dovuto abbassare la temperatura scritta sulla ricetta. Alla fine ho capito che ogni forno è diverso e si va avanti a tentativi 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...